#54. CREARE LA PROPRIA FELICITA’ 

Come si costruisce la felicità? Cosa dobbiamo fare per essere più felici, appagati e soddisfatti? Fare il lavoro che ci piace potrebbe essere un buon inizio…magari i soldi, l’amore. Avere tempo da dedicare alle proprie passioni, essere in salute. Tutto giusto, tutto fondamentale e tutto necessario, ma forse non basta…

Secondo Martin Selingman – il padre della psicologia positiva – più del 60% della felicità è determinata dalla genetica e dall’ambiente, il restante 40% dipende da noi. Sembra inoltre che la felicità sia contagiosa.

Se voglio essere amato, devo cominciare ad amare coloro che hanno bisogno del mio amore. Se mi aspetto che gli altri siano onesti con me, allora devo cominciare ad essere onesto io stesso. Se voglio che gli altri provino compassione per me, devo mostrare compassione per le persone che mi circondano. Se voglio essere rispettato, devo imparare ad essere rispettoso con tutti. Se voglio una dimostrazione di pace dagli altri, devo essere pacifico. Qualsiasi cosa voglio che siano gli altri con me, devo esserlo io per primo…con gli altri e con me stesso. 

Solo allora, forse, scoprirò che chi mi circonda si comporta come vorrei; solo in quel momento capirò che dovevo essere io per primo a fare un passo. È facile desiderare che gli altri si comportino con noi in modo impeccabile, ed è facile vedere i loro difetti, ma è molto difficile comportarsi correttamente e considerare i propri difetti.

La più grande vendetta è la felicità: niente manda in bestia le persone più che vederti fare una fottuta bella risata.

Se mi ricorderò di comportarmi correttamente, gli altri proveranno a seguire il mio esempio, e quando incontrerò qualcuno migliore di me, io seguirò il loro. Questa è l’unica catena alla quale vorrei partecipare. Se riuscirò ad individuare i miei  difetti senza sviluppare un complesso di inferiorità e se ti impegnerò costantemente a correggermi, allora userò il mio tempo in maniera proficua, senza averlo sprecato a desiderare che gli altri fossero migliori.

Il mio buon esempio sarà molto più efficace per cambiare gli altri di quanto possano esserlo i miei desideri, la mia collera o le mie parole. Più miglioro me stesso, più migliorerò gli altri intorno a me e più diventerò felice. Più diventerò felice, più felici saranno coloro che mi circondano.

Keypoint: se sapessi che prima o poi sarai destinato a morire, cosa faresti per vivere il meglio della tua vita? E allora cosa aspetti? 

Spread the word. Share this post!

1 Comments

  1. Patrizia Brini

    Rispondi

    È proprio vero quanto dia fastidio ad alcune persone insoddisfatte e infelici vederti con un sorriso.
    Belle parole Anuar!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *