#2. INSISTERE E’ IMPORTANTE? 

Me lo sono chiesto proprio in questi primi giorni dell’anno…ma insistere è così importante? Bisogna davvero perseverare senza sosta? Me lo sono chiesto circa i miei “scritti” quotidiani sul blog e ho provato a chiedere. Ha senso che io continui? Sono stato piacevolmente sorpreso nello scoprire che, chi mi ha risposto, ha detto di andare avanti. La cosa però che mi ha incuriosito di più è stato leggere nella maggioranza dei casi, “fallo e fregatene“. Cioè, se è una cosa che vuoi fare, tu falla e fottitene bellamente di ciò che pensano gli altri. 

In prima istanza anche io sarei d’accordo e, in molti articoli del sito, questo approccio è venuto fuori più volte. Fai quello che ti piace e vai avanti per la tua strada…giusto, ma credo che ci siano un paio di clausole che vanno, quanto meno, comprese. Quando licenziamo qualcosa, creiamo un prodotto, scriviamo una canzone o prepariamo una lasagna al ristorante, lo stiamo facendo per una comunità. Magari piccola, magari composta esclusivamente dai membri della nostra famiglia, ma è pur sempre una comunità alla quale diamo in pasto una nostra opera. 

Ovvio che ognuno è libero di fare ciò che vuole, se non lede l’altrui spazio d’azione, ma pensare che fare ciò che ci pare fregandocene di quello che pensano gli altri sia un atteggiamento vincente, allora qualcosa da sistemare c’è. Se chiudiamo tutto dentro al nostro diario segreto, nei meandri più nascosti della nostra anima allora certo, non dobbiamo rendere conto a nessuno, se non a noi stessi, ma se una nostra azione diventa di dominio pubblico, allora è necessaria qualche cura in più, una ricerca più accurata e un’analisi sincera ed analitica. 

Sono contento di continuare a scrivere e, certo, sono contento che qualcuno – anche se pochi (ma veri) – mi abbia detto “Fallo! Mi piace.” (che detta così, in effetti, fa pensare ad altro :))

Vabbè, basta. Godetevi, se li fate, questi giorni di vacanza.
Buona notte. 

Keypoint: io continuerò a fare quello che mi piace e non smetterò mai, ma lo farò interessandomi, anche, di quello che pensano gli altri.  

Spread the word. Share this post!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *